Captcha Guardian
Qualche tempo fa avevo scritto un articolo in cui sottolineavo la completa inutilità dei codici CAPTHCA (Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart), quei famosi codici che spesso dobbiamo decifrare per poter iscriverci a un servizio o per postare su un forum o un blog.
Oggi questa teoria è descritta anche in un articolo pubblicato sul Guardian in cui viene sottolineata l’inutilità di questo filtro antispam. Lo stesso Matt Mullenweg gestore di WordPress (la più importante piattaforma per il blogging), lo definisce come il “male” del web: “Captcha is the bane of the internet“.

Ormai è evidente come si debbano cercare altre strade e soluzioni per arginare il problema. L’aspetto preoccupante è dato dal fatto che tantissimo spamming non viene più creato dai dei computer bot, ma bensì da umani che, quindi, sono in grado di bypassare qualsiasi forma di filtro. Insomma, al momento non possiamo fare altro che rassegnarci e sperare in qualche nuova soluzione.