B&G Comunicazione

/B&G Comunicazione

About B&G Comunicazione

This author has not yet filled in any details.
So far B&G Comunicazione has created 416 blog entries.

Presentazione del portale "Valore Acqua"

valoreacqua

Giovedì 14 gennaio nel corso del convegno “Acque da Bere” verrà presentato il portale “Valore Acqua”, realizzato da B&G Comunicazione per IRIDE Acqua Gas.
Il convegno, destinato non solo agli addetti del settore, ma a tutti i cittadini, sarà un’occasione per informarsi sulla qualità dell’acqua che beviamo e sulla normativa in materia.

Categories: B&G News|Tags: |

E’ in arrivo Google Chrome OS, il nuovo sistema operativo basato su Linux

Fino ad oggi eravamo abituati a un concetto di sistema operativo che permette di installare le applicazioni sul nostro computer e quindi di utilizzarle in locale, oggi però Google, grazie al cloud computing, prova a rivoluzionare questa idea creando Chrome OS, un nuovo sistema che si basa esclusivamente su internet e sulle applicazioni in remoto.

Google Chrome OS avrà come cuore Linux, ma a differenza degli altri sistemi operativi utilizzerà esclusivamente software in remoto su internet, come ad esempio Google Docs o il reader di feed sempre di Google.
L’idea può essere sicuramente interessante perchè in questo modo avremo sempre a disposizione i nostri file e la possibilità di usarli con qualsiasi device (PC, smartphone, Netbook), il dubbio che ho è che, se non si ha la possibilità di connettersi, ci si ritrova con uno strumento completamente inutile.

Il concetto di connessione always on è molto bello, ma poniamo il caso che ci siano dei lavori sulla linea internet e questi lavori durino diversi giorni, rimarremmo con un sistema operativo che ci impedirebbe qualsiasi tipo di operazione o molto più banalmente basterebbe essere in una zona d’ombra per rimanere bloccati.
Ha senso un sistema operativo di questo tipo? Forse si, soprattutto per alcuni tipi di device come i Netbook che nascono proprio per essere utilizzati quasi esclusivamente per lavorare in viaggio su internet.

Se siete curiosi ecco il video di presentazione:

Guerrilla e viral marketing: una selezione di campagne

Come di consueto vi propongo un’interessante raccolta di campagne di guerrilla marketing:

GUINNESS

Guinness

DHL

DHL

2012

2012

COLGATE

colgate

VOLKSWAGEN GOLF GTI

Golf-DTI

RENTOKIL

Rentokil

KLEENEX

Kleenex

VOLKSWAGEN

Volkswagen

WEIGHTWATCHERS

WeightWatchers

Microsoft lancia una campagna pubblicitaria per convincere gli utenti ad abbandonare IE6

Microsoft sta per lanciare una nuova campagna pubblicitaria il cui obiettivo è convincere gli utenti ad abbandonare l’ormai obsoleto e poco sicuro Internet Explorer 6 (quello che credo essere il browser più odiato dagli sviluppatori web).
L’obiettivo è invogliare gli utenti ad installare Internet Explorer 8, in vista anche di una prossima presentazione di quella che sarà la sua evoluzione, ovvero Internet Explorer 9 di cui già si vocifera.

Anche in questa serie di spot i protagonisti saranno i bambini, seguendo il trend di comunicazione delle ultime campagne di Microsoft, eccone un esempio:

Se invece siete interessati alle nuove funzionalità di Internet Explorer 9, eccone una preview: “An Early Look At IE9 for Developers

Per chi vuole provvedere all’aggiornamento ecco il link da cui scaricare IE8.

Google Googles ovvero come cercare informazioni tramite le immagini

A picture is worth a thousand words.
Ecco la frase chiave del nuovo servizio che sta lanciando Google l’atteso “Googles”, ovvero un nuovo metodo di cercare informazioni sul web tramite le immagini.
Il principio è piuttosto semplice, basta scattare una fotografia dal proprio telefonino e il servizio ci darà tutte le informazioni relative a quanto è ritratto nell’immagine.
Ovviamente il sistema non può funzionare su ogni cosa, al momento sono state identificate 7 categorie chiave:
goggles

elementi caratteristici del paesaggio (come monumenti o costruzioni famose), libri, informazioni di contatto (un biglietto da visita), opere d’arte, luoghi (soprattutto esercizi commerciali), bottiglie di vino e loghi.

Ecco un filmato di esempio dedicato ad una possibile identificazione di diversi esercizi commerciali, semplicemente filmandone o fotografandone le vetrine:

E qui un esempio di ricerca di informazioni su un tipo di vino:

googles-vino
Il software al momento è utilizzabile solo su telefonini basati su sistema operativo Android ed è scaricabile sull’Android Market, ma presto usciranno versioni anche per gli altri sistemi operativi mobile.

Per maggiori info: Google Googles

Categories: News|

Le tablet sostituiranno le edicole?

Da diversi mesi si sente parlare di un prossimo lancio della tablet di Apple, ma quali potrebbero essere gli usi di questi nuovi devices?
Le idee sicuramente non mancano, basta guardare il filmato che vi propongo in cui Sport Illustrated sperimenta le enormi potenzialità delle tablet, proponendo l’idea di un’edicola virtuale dove gli utenti potranno usufruire di servizi innovativi a corredo degli articoli: gallerie fotografiche ad alta risoluzione visionabili a scorrimento grazie al touchscreen, pubblicità interattive con filmati e addirittura la possibilità di giocare in diretta in base allo sport che si sta guardando in TV.

Dal 2010 il Times on line sarà a pagamento

La decisione ormai sembra irrevocabile, anche se spostata di qualche mese: dal 2010 il Times on line sarà a pagamento, come annunciato qualche giorno fa (London Times plans online charges in 2010).
Si potrà scegliere fra un abbonamento mensile o un acquisto giornaliero della durata di 12 ore, per leggere le notizie in tempo reale.
La notizia è piuttosto significativa per il mondo dell’editoria on line, dato che va pesantemente a cozzare contro  il concetto di informazione gratuita su internet.
La filosofia dichiarata dietro a questa scelta è che se gli utenti non pagano non si rendono conto del valore dell’informazione e soprattutto non può esistere un’informazione libera se non a pagamento. In pratica secondo Murdoch, chairman e chief executive di News Corp (la multinazionale dell’informazione e dell’intrattenimento proprietaria del Times), l’informazione gratuita su internet non è economicamente sostenibile.

Personalmente non credo in questo concetto. Murdoch vuole forse farci credere che il Times vive delle copie vendute e non della pubblicità degli inserzionisti? E la pubblicità degli inserzionisti non si basa sul numero di visualizzazioni (cartacee e digitali) della testata?

Mi fa sorridere anche il concetto espresso di libera informazione a pagamento. Come può essere veramente libera una notizia data da qualcuno che viene pagato per scrivere?!?

Quello che fa paura al mondo dell’informazione è che ormai, grazie all’enorme successo dei social network, le notizie corrono in rete molto più velocemente che su qualsiasi forma di divulgazione a pagamento.

In arrivo Flash 10.1 con il multitouch

Ormai possiamo dire di essere entrati nell’era del touch, ovvero degli schermi sensibili al tatto. Dopo l’HTC (che è stata la prima a commercializzare un telefonino touch, ben prima dell’iPhone) a poco a poco tutte le case produttrici di telefonini stanno realizzando un modello top di gamma touch.
Stanno uscendo anche i primi computer touch: è prevista infatti la famosa tavoletta touch della Apple e l’HP ha già in produzione PC all in one come l’iMac con schermo touch.
Il programma Flash della Adobe in tutta questa ondata di innovazioni era rimasto indietro (tanto che sugli iPhone non è possibile visualizzare un filmato in flash non approfondisco i motivi perchè ci sarebbe da fare un articolo solo su questo).

Con il nuovo anno però la Adobe rilancerà Flash, permettendogli di creare applicazioni multitouch, ecco un filmato che introduce queste novità:

Categories: Adobe, Cronache dal web, Curiosità dal web, News, Web|

Skype e il suo brand, intervista a Henrique Penha

skype Vi segnalo un’interessante intervista fatta dal sito Fuelyourbranding a Henrique Penha, Director of Experience Design di Skype.
Potrete così scoprire come si è evoluto e come viene gestito il brand del software voIP più utilizzato al mondo.

Link: Inside the Brand: Q+A With Skype

E' partita la registrazione in sincrono per i domini .it

nic-italia

Finalmente dopo tanti anni di attesa è partita ieri la registrazione in sincrono per i domini .it. La notizia è stata data direttamente sul sito del Registro.it, eccola:

Dal 28 settembre, il Registro .it consente la registrazione dei domini secondo le procedure sincrone.
Grazie al nuovo sistema, basato su protocollo standard EPP, l’utente finale non deve più inviare alcuna documentazione cartacea al Registro.
Per registrare un nome a dominio .it in modalità sincrona, gli utenti devono rivolgersi a un Registrar accreditato: l’elenco è disponibile alla voce “Trova Registrar”.
Il sistema sincrono affiancherà per due anni le tradizionali procedure asincrone. In quest’ultimo caso, gli utenti possono fare riferimento ai Maintainer, il cui elenco è consultabile alla voce “Trova Maintainer”.

Quindi potremo finalmente dire addio al famoso fax che bisognava inviare per la registrazione dei domini .it, con tempi di attesa impensabili per il 2009, dove un dominio .com viene registrato, sottolineo da anni, praticamente in tempo reale.

Link: Nic Italia