Google

/Google

Inserzioni video per Google

“Una ne fa e cento ne pensa”. É proprio il caso di dirlo quando si tratta di Google.

La notizia, pubblicata oggi sul sito webnews business, è che il prossimo step della pubblicità targata 2.0 sarà rappresentato da inserzioni interattive che dovrebbero costituire una fonte di interesse e non più di “disturbo” per il navigatore – come talvolta accade con i tradizionali banner pubblicitari.

Per la verità si sa ancora poco sull’argomento e attualmente non trapelano dettagli. Certo è che “chi si ferma è perduto” ed anche il web marketing contiene nel proprio DNA l’attitudine naturale ad evolversi.

Attenderemo quindi, con una buona dose di curiosità, di saperne di più sull’argomento.

Via

writing4you.com

Google ora pensa anche alla TV

E’ quasi scontato dirlo, ma il futuro della televisione e del web è quello di convogliare in un unico strumento/device.
Lo sa bene Google, che, in quest’ottica, si sta preparando con nuovi progetti, presentando la Google TV.

Il filmato introduttivo al servizio:

Link: Google TV

Categories: Google, News, Web TV|

YouTube inaugura una nuova era per i sottotitoli

Oggi parliamo di comunicazione.

Siamo ormai abituati ad usufruire dell’archivio sterminato offerto in rete da Youtube ma non di rado ci imbattiamo in filmati con l’audio originale in lingua straniera.

Questo può rappresentare un ostacolo nella comprensione da parte di coloro che non masticano molto gli altri idiomi, senza considerare la fetta di navigatori che soffrono di diverse problematiche di udito.

Dunque, che fare? Dopo un periodo sperimentale, Youtube ha deciso di varare ufficialmente un nuovo sistema di sottotitoli generati automaticamente grazie ad un algoritmo che decifra l’audio e lo trasforma in sottotitoli che possono, poi, essere editati dall’autore del video, correggendo eventuali errori presenti.

La nuova funzionalità lavorerà presto automaticamente su filmati in lingua inglese ma, grazie alle funzionalità di Google Translate, sarà possibile ottenere anche una traduzione dei sottotitoli nelle ben 50 lingue supportate.

Come è facile immaginare, il servizio lavora al meglio su video dall’audio chiaro e non eccessivamente disturbato da fruscii di fondo e la fedeltà di riproduzione rispetto all’originale è proporzionale alla qualità dell’audio.

Un interessante passo avanti nella direzione di una comunicazione migliore e a 360°.

Inseguimento su Google Maps

Non c’è limite alla creatività e questo abbiamo avuto occasione di appurarlo a più riprese.

Tuttavia c’è ancora di che stupirsi, come nel caso di questo “cortometraggio” interamente ambientato nelle mappe di Google Maps. Il titolo dell’opera è “Satellite Car Chase” e sembra proprio essere la versione “2.0” dei più noti videogames dedicati al mondo dei motori.

Buona visione!

Satellite Car Chase from Honest Directors on Vimeo.

Categories: Browser, Computer, Comunicazione, Google, Media, News, Web 2.0|

Google presenta Buzz

Dopo Google Wave, la novità in casa Google è Buzz, un nuovo strumento di condivisione delle informazioni collegato a Gmail.
L’idea è quella di unire tutto quello che interessa l’utente in un Buzz ovvero in un passaparola nella propria rete di amici, colleghi e conoscenti.
Ecco il video di presentazione:

http://www.youtube.com/watch?v=yi50KlsCBio&feature=player_embedded

Categories: Google, Social Networks|Tags: , |

Google Street View ora anche sulle piste da sci

Visto che siamo in periodo di Olimpiadi Invernali, vi segnalo che se non potete andare a Vancouver ad assistere ai giochi, avete comunque la possibilità di ammirare le fantastche piste di questa località canadese, grazie a Google Street View, i cui ingegneri hanno coperto quasi tutte le piste da sci. Possiamo proprio dire che il mondo è a portata di mouse.

Link collegato: La fantastica campagna di comunicazione per Vancouver 2010

Categories: Google, News|Tags: , , |

Anche Google non supporta più Internet Explorer 6


Dopo l’annuncio della stessa Microsoft in cui invitava gli utenti ad abbandonare l’ormai obsoleto Internet Explorer 6, ora arriva la notizia che anche Google non supporterà più questo browser.

La comunicazione è stata data direttamente sul blog di Google, con un titolo piuttosto significativo: Modern browser for modern application.

Google invita quindi gli utenti a passare a un browser più moderno, indicando i seguenti:
– Microsoft Internet Explorer 7.0+
– Mozilla Firefox 3.0+
– Google Chrome 4.0+
– Safari 3.0+

Fra l’altro, con il nuovo Windows 7 al momento dell’installazione, a seguito di una sentenza della Commissione Antitrust dell’Unione Europea, a partire da marzo 2010, si potrà scegliere quale browser utilizzare di default.

Nessun problema anche per chi avesse già installato il nuovo sistema operativo, perchè la possibilità di scegliere il browser verrà data tramite un aggiornamento.

Categories: Browser, Google|Tags: , , |

Un anno di tecnologia e di Web

Abbiamo più volte accennato, nel corso del 2009, alla sorprendente rapidità con cui si sta evolvendo la tecnologia e, inevitabilmente, con essa anche il web.
Tra browsers sempre più performanti, nuovi supporti “mobile” e social network di successo è trascorso un altro anno.
Difficile riassumere in poche parole tutte le novità che hanno letteralmente invaso le nostre vite e modificato le nostre abitudini di navigazione e di comunicazione e talvolta un’immagine vale più di mille parole.

Qualcuno ha così pensato creativamente di riassumere in un video (ovviamente pubblicato sull’immancabile Youtube) gli steps salienti delle nuove tecnologie. Come dire…un tentativo di fare il punto della situazione per ripartire con un 2010 che già si preannuncia ricco di idee e progetti oltre ogni immaginazione.

Buona visione!

E’ in arrivo Google Chrome OS, il nuovo sistema operativo basato su Linux

Fino ad oggi eravamo abituati a un concetto di sistema operativo che permette di installare le applicazioni sul nostro computer e quindi di utilizzarle in locale, oggi però Google, grazie al cloud computing, prova a rivoluzionare questa idea creando Chrome OS, un nuovo sistema che si basa esclusivamente su internet e sulle applicazioni in remoto.

Google Chrome OS avrà come cuore Linux, ma a differenza degli altri sistemi operativi utilizzerà esclusivamente software in remoto su internet, come ad esempio Google Docs o il reader di feed sempre di Google.
L’idea può essere sicuramente interessante perchè in questo modo avremo sempre a disposizione i nostri file e la possibilità di usarli con qualsiasi device (PC, smartphone, Netbook), il dubbio che ho è che, se non si ha la possibilità di connettersi, ci si ritrova con uno strumento completamente inutile.

Il concetto di connessione always on è molto bello, ma poniamo il caso che ci siano dei lavori sulla linea internet e questi lavori durino diversi giorni, rimarremmo con un sistema operativo che ci impedirebbe qualsiasi tipo di operazione o molto più banalmente basterebbe essere in una zona d’ombra per rimanere bloccati.
Ha senso un sistema operativo di questo tipo? Forse si, soprattutto per alcuni tipi di device come i Netbook che nascono proprio per essere utilizzati quasi esclusivamente per lavorare in viaggio su internet.

Se siete curiosi ecco il video di presentazione:

Google fa un pieno di…Caffeine

Per una volta non parliamo di un nuovo servizio, benché il curioso nome possa indurre a pensarlo: la novità riguarda il nuovo algoritmo firmato Google.

In breve, ciò che sta per cambiare è il cuore nascosto del più noto motore di ricerca, ovvero la sua mente pensante. Il nuovo sistema è stato inizialmente testato soltanto su una community chiusa di utenti e il feedback è stato – a quanto pare – più che soddisfacente, al punto da indurre Google a far diventare Caffeine l’algoritmo principale del motore di ricerca.

Ciò che varierà sarà quindi il modo in cui il motore di Google valuterà la rilevanza delle pagine e dei siti in rapporto alle query formulate dagli utenti. Un comprensibile riserbo permane sui nuovi criteri contenuti nell’algoritmo anche se si vocifera (voci di corridoio, beninteso) che il nome a dominio potrebbe avere una maggiore rilevanza.

Il varo ufficiale è previsto per il prossimo mese di Gennaio.

Categories: Computer, Cronache dal web, Eventi, Google, Motori di ricerca, News, Web, Web 2.0|