Microsoft

/Microsoft

E' addio per Silverlight?

Avevamo già avuto l’impressione che Silverlight non avesse riscosso sul web il successo desiderato ma si rincorrono voci sempre più insistenti che la versione 5 sarà l’ultima rilasciata da Microsoft prima di cessarne lo sviluppo.
Dispiace sempre un po’ quando una tecnologia viene “dismessa” ma in un mondo competitivo come quello attuale, in continua e accelerata evoluzione, realisticamente sussiste il rischio di non riuscire a fare breccia nel mercato e nel cuore degli utenti finali.
Per dovere di cronaca, però, occorre sottolineare che per il momento Microsoft non smentisce e non conferma la notizia.

Per approfondire l’argomento vi rimando ad un articolo di Mary Jo Foley pubblicato l’8 novembre scorso sul sito ZDNet:

Via

Categories: Microsoft, Software utili, Web 2.0|Tags: , |

Conto alla rovescia iniziato per Internet Explorer 6

Già da tempo sono state prese iniziative da parte dei colossi del web per giungere al definitivo pensionamento dell’ ormai “anziano” browser di casa Microsoft. Ciò nonostante lo utilizza ancora più del 10% degli utenti di internet sparsi in tutto il mondo.
In virtù di questo, la stessa Microsoft ha varato un sito dal nome più che esplicito – IE6 countdown – mirato a incoraggiare l’abbandono del vecchio browser, che ha ormai compiuto 10 anni, a favore delle versioni più recenti.

Il sito offre già all’apertura una mappa geografica del pianeta recante le percentuali aggiornate di utilizzo di IE6 per ogni paese. Inoltre contiene tre macro-aree dedicate a diversi target e iniziative:

  1. Join the cause (mirato ai webmasters, che invita ad aderire all’iniziativa inserendo un banner nei proprio sito);
  2. Educate others (destinato a tutti gli utenti, che contiene buone ragioni per passare alle nuove versioni del browser);
  3. Tell your friends (destinato ai tweeters, per favorire il passaparola spontaneo in rete).

Via

E-mail e Social networks sempre più integrati

Parola di Microsoft, che ha compiuto un notevole passo avanti in questa direzione con il suo Outlook Social Connector. Lanciato già nello scorso Novembre, questo programma rappresenta oggi un’ottima piattaforma di integrazione per moltiplicare la quantità di informazioni relative ai nostri contatti (immagini pubblicate, post, attività nei divesri s.n. e molto altro).

Come funziona? Lo spiega abbastanza approfonditamente un video pubblicato su Youtube che trovate in calce al presente post, per cui non mi soffermerò sui dettagli. Basti sapere che, allo stato attuale, Microsoft ha creato partnership con Facebook, MySpace, Linked In e Windows Live Messenger ma nuovi Social Networks potrebbero essere aggiunti in futuro.

É interessante (e soprattutto rassicurante) apprendere che, nel rispetto della privacy, la quantità e la qualità delle informazioni condivise continuerà a dipendere dalle impostazioni che ciascuno avrà settato sui social networks cui ha aderito.

Buona visione!

L'era del Ballot screen, ovvero la rivoluzione dei browsers

Alzi la mano chi non ha mai usato Internet Explorer per navigare in rete.

É risaputo che – verrebbe da dire “da che mondo e mondo” – i sistemi operativi Windows sono sempre stati forniti con il browser Internet Explorer incorporato. Non che questo impedisse l’installazione di altri browsers ma, diciamo la verità, complici un po’ di pigrizia e di abitudine, raramente si era indotti a scegliere altrimenti.

La novità del momento, praticamente fresca di giornata, è che dal 1 Marzo 2010 è stato inaugurato il ballot screen, ovvero una schermata che gli utenti europei si troveranno a vagliare sia in fase di installazione del sistema operativo Windows, sia in fase di aggiornamento dello stesso e che consentirà una scelta “consapevole ” del browser da utilizzare.

Il S.O. di casa Microsoft, infatti, verrà fornito senza browser predefinito.

Come nelle migliori democrazie, la scelta tuttavia non sarà semplice, poiché occorrerà valutare i pro e i contro di ogni proposta: la rosa di scelte è infatti piuttosto ampia e si va dai cinque browsers più usati (Internet Explorer, Firefox, Safari, Chrome e Opera) ad altri sette (meno noti) per un totale di dodici.

Come si è giunti a tale rivoluzione dei browsers? In verità la strada è stata lunga ed irta di ostacoli. Il processo è durato anni e soltanto adesso si è giunti ad una sentenza.
Fin qui parliamo ovviamente di sentenza legale, ma…quale sarà il browser preferito dai navigatori?
Proprio a loro spetta, da oggi, l’ “ardua sentenza”…

Via

Categories: Browser, Computer, Eventi, Google Chrome, Media, Microsoft, News, Web, Web 2.0|

Un anno di tecnologia e di Web

Abbiamo più volte accennato, nel corso del 2009, alla sorprendente rapidità con cui si sta evolvendo la tecnologia e, inevitabilmente, con essa anche il web.
Tra browsers sempre più performanti, nuovi supporti “mobile” e social network di successo è trascorso un altro anno.
Difficile riassumere in poche parole tutte le novità che hanno letteralmente invaso le nostre vite e modificato le nostre abitudini di navigazione e di comunicazione e talvolta un’immagine vale più di mille parole.

Qualcuno ha così pensato creativamente di riassumere in un video (ovviamente pubblicato sull’immancabile Youtube) gli steps salienti delle nuove tecnologie. Come dire…un tentativo di fare il punto della situazione per ripartire con un 2010 che già si preannuncia ricco di idee e progetti oltre ogni immaginazione.

Buona visione!

E Microsoft ha fatto Bing…

La notizia non è nuova ma può forse valere la pena di spendere due parole (a qualche mese di distanza dal suo varo) sul nuovo motore di ricerca targato Microsoft, attualmente ancora in beta version.

A beneficio di tutti, riportiamo una parte di quanto scritto dal Team per presentare il nuovo “prodotto” Bing:

“We took a new approach to go beyond search to build what we call a decision engine. With a powerful set of intuitive tools on top of a world class search service, Bing will help you make smarter, faster decisions”

(altro…)

Web delle mie brame, qual è il browser più veloce del reame?

In un Web sempre più ricco di contenuti e interattività, in cui applicativi sempre più esigenti la fanno da padroni, risparmiare tempo nella navigazione non è cosa da poco. “Efficienza” sembra essere diventata la parola d’ordine della nuova generazione di browsers, che in un video pubblicato da ICTV sono stati messi a confronto.

Al termine della contesa, svoltasi a colpi di secondi di caricamento, non senza qualche sorpresa Internet Explorer 8 si è rivelato primo classificato nella maggior parte dei test, 12 su 25.
Per quanto riguarda gli altri concorrenti, i nomi sono più che illustri: Firefox 3.05 e Chrome 1.0.

La competizione virtuale si è svolta sui 25 siti più noti della rete che, come suggerito da comScore (Global Internet Information Provider), dovrebbero essere sufficienti per tastare il polso della situazione nel momento attuale; in altre parole il valore del risultato non è ovviamente assoluto ma passibile di (prevedibili) cambiamenti e rimonte da parte degli avversari.

A beneficio di tutti ricordiamo che “comScore maintains massive proprietary databases that provide a continuous, real-time measurement of the myriad ways in which the Internet is used and the wide variety of activities that are occurring online“.

Nel frattempo il vincitore, Internet Explorer, si gode la meritata vittoria proprio alla vigilia dell’uscita della versione ufficiale. Si parla del 18 Marzo 2009 ma è, in ogni caso, ormai davvero prossima.

 

 

Microsoft: i social networks rappresentano la comunicazione del presente e del futuro

É quanto apprendiamo da un interessante articolo di Luca Colombo (Msn.it – Microsoft Online Services Group) pubblicato sul sito di Comunicazione Italiana lo scorso 2 Dicembre.

L’articolo, intitolato La comunicazione del presente (e del futuro) è social: parola di Microsoft, conferma quanto i più attenti fruitori della rete già avevano intuito, ovvero che

“Il fenomeno social network non è una moda. È la conferma di come la tecnologia può ricalcare e amplificare la vita reale, dando nuovi mezzi e nuovi significati ad uno dei comportamenti primari dell’uomo: comunicare e socializzare. È la “scoperta” di una nuova lingua, senza bisogno di declinazioni e fonemi aggiuntivi: non è qualcosa di contingente ma di strutturale.
Chi si occupa, come Microsoft, di creare opportunità sempre nuove per comunicare (e condividere), non può fare a meno di seguire, ma anche anticipare, i trend di questa nuova rivoluzione, facendo del web
un’esperienza sociale.”

L’autore, in particolare, pone l’accento su MSN e Windows Live, i brand di successo di Microsoft che hanno rivoluzionato il modo di comunicare degli utenti del web.
Ad esempio Windows Live consente di:

“creare un hub della propria socialità in rete, grazie all’integrazione con un’ampia serie di servizi, sia “Made in Microsoft” che di altri protagonisti del web, dando l’opportunità di comunicare, in modo semplice, con la complessità delle proprie relazioni sociali.”

Questo senza dimenticare che Windows Live Messenger conta già quasi 14 milioni di utenti in Italia e Windows Live Spaces oltre 5 milioni di blog attivi nel Bel Paese.
Fin qui è tempo presente. E per il futuro? Microsoft si sta concentrando seriamente sul mondo delle imprese e considera un corretto utilizzo dei nuovi sistemi di comunicazione un’opportunità ineguagliabile di contatto tra aziende e target di riferimento, senza dimenticare, però, lo scottante problema della tutela della privacy.

Per la lettura integrale dell’articolo vi rimando alla fonte: Via

Il nuovo spot della Microsoft

Avevamo parlato di come Microsoft avesse ammesso la sconfitta nei confronti della campagna Get a Mac realizzata dalla Apple e di come a breve avrebbe realizzato una nuova campagna pubblicitaria investendo molte risorse per recuperare terreno.
Finalmente è arrivato il risultato. Nel nuovo spot in cui i protagonisti sono lo stesso Bill Gates e il comico americano Jerry Seinfeld.
La serie degli spot si intitola “Shoe Circus”.

Sinceramente mi ha lasciato un po’ perplesso, ma prima di dare un giudizio definitivo bisogna vedere come reagisce il target di riferimento.

Disponibile il download di Internet Explorer 8 – Beta 2

Microsoft ha reso disponibile per il download la Beta 2 di Internet Explorer 8, l’ultimissima versione del suo ben noto browser. Lo scopo che si prefigge è arginare la costante perdita di quota mercato nel settore causatagli da Firefox e in parte decisamente minore dagli altri browsers emergenti.
Nella versione 8 di IE troviamo diverse novità:
1) InPrivate browsing

Internet Explorer 8 In Private Browsing
Tramite questa funzionalità è possibile navigare su qualunque sito senza che rimanga all’interno del browser nessuna traccia delle pagine visitate. Quindi non rimarranno indicazioni nella cronologia e nei suggerimenti dei link dati dal browser stesso.

2) Search Suggestions

Internet Explorer 8 Search Suggestions

Molto semplicemente è una forma evoluta del completamento automatico all’interno del campo di ricerca del browser e ci offre dei suggerimenti per completare quanto stiamo digitando. I suggerimenti traggono spunto o dal motore di ricerca che utilizziamo o dalla storia memorizzata nel browser stesso.

3) Web Slices

Internet Explorer 8 Web Slices

Questa a mio avviso è l’innovazione più assurda che viene implementata in Internet Explorer 8. In pratica sono una brutta copia dei feed RSS, sviluppata però da Microsoft. Sinceramente mi chiedo perchè Microsoft debba sempre realizzare qualcosa di diverso quando ci sono degli standard che ormai sono riconosciuti a livello internazionale.

4) Compatibility View

Internet Explorer Compatibility View

Il tasto di compatibilità permette di vedere correttamente i siti compatibili con le vecchie versioni di Internet Explorer. Questa funzione è piuttosto particolare. Infatti, come sanno bene tutte le persone che sviluppano per il web, i browser di Microsoft antecedenti alla versione 7 di IE non rispettavano gli standard e quindi le pagine web moderne non venivano visualizzate correttamente se non venivano utilizzati gli hacks nel codice Html. Ora il problema che deve affrontare Microsoft, dopo aver finalmente adottato gli standard, è quello di rendere compatibili i siti che non rispettano tali standard e che seguono la sua vecchia filosofia, compatibili, quindi, con i suoi vecchi browsers, ma non con i nuovi (7 e 8). Insomma un vero macello.

5) SmartScreen filter

SmartScreen Filter
Lo SmartScreen Filter, invece, è uno strumento che può essere molto utile per tutti gli utenti poco smaliziati. Infatti permette di individuare quei siti che vengono considerati come potenzialmente pericolosi, sia sotto l’aspetto della privacy, ma soprattutto sotto quello del danneggiamento dei dati sul proprio computer.

6) Accelerators

Internet Explorer Accelerators

Gli acceleratori sono un’altra utile funzione di IE 8. In pratica sono delle scorciatoie verso diversi servizi. Ad esempio, se all’interno del browser selezioniamo un indirizzo qualunque, tramite l’acceleratore collegato a LiveMaps possiamo vedere direttamente su una mappa la locazione di tale indirizzo, senza dover andare a navigare su un sito qualunque di mappe on line. L’aspetto interessante è che Microsoft sta stipulando degli accordi con diverse aziende, tra cui Amazon, quindi potenzialmente se troviamo il titolo di un libro che ci piace possiamo andare a vedere con un semplice clic se è presente nel catalogo e comprarlo. Il tutto senza accedere al sito di Amazon tramite il browser.

Insomma le novità sono tante, alcune davvero interessanti, riuscirà Microsoft a fronteggiare Firefox?
Personalmente ritengo che il grosso vantaggio di Firefox sia dato dai plugin gratuiti che lo rendono personalizzabile alle esigenze dell’utente, cosa che al momento è impossibile fare su  una versione qualunque di Internet Explorer.
In questo settore le previsioni non sono certo rosee per IE: da un lato ha sempre il grosso vantaggio di essere installato di default in un tutte le macchine con sistema operativo della Microsoft, ma dall’altro gli utenti sono sempre più smaliziati e appena acquisiscono un minimo di dimestichezza su internet, passano subito a Firefox per la sua duttilità.
La lotta sarà veramente serrata, che vinca il migliore.

Per chi volesse testare questa versione Beta 2: Download Internet Explorer 8.