Mobile

/Mobile

I Qr codes sbarcano in Australia

Qualche tempo fa avevo parlato dei Qr codes. Avevamo visto la loro vasta diffusione nei paesi orientali e analizzato il problema hardware per una loro diffusione per un utilizzo pubblicitario in occidente.
Oggi parliamo di nuovo dei Qr codes perchè a poco a poco stanno prendendo campo anche in Australia, dove l’agenzia pubblicitaria Ogilvy ha addirittura realizzato una campagna virale per il gruppo Telstra, che ha come tema proprio i Qr codes.
Ne è venuto fuori un simpatico filmato virale in cui i passanti costruiscono pezzo a pezzo il Qr Code dello spot.

Nokia compra Symbian e la trasforma in open source

Sistema operativo Symbian
Il mercato mobile è in fermento. L’ultima novità è l’acquisizione operata da parte di Nokia nei confronti della società Symbian, produttrice del noto sistema operativo mobile. L’operazione, concordata con gli altri grandi produttori di telefonini e con alcuni operatori mobile come Sony Ericsson, Motorola, NTT DOCOMO, AT&T, LG Electronics, Samsung Electronics, STMicroelectronics, Texas Instruments e Vodafone ha lo scopo di realizzare la Symbian Foundation, fondazione che sviluppera il sistema operativo in modalità open source.
Il tutto per contrastare lo sviluppo, sempre open source, di Android portato avanti da Google e da LiMo, altro sistema operativo open source, sviluppato dalla comunità di Linux.
Pare proprio che le grandi società abbiano imparato la lezione e capito l’importanza dello sviluppo software open source, che ha un tasso di innovazione incredibile, grazie alla partecipazione e all’impegno di moltissimi appassionati sviluppatori.
Resta da vedere come reagirà la comunità dell’open source e se accoglierà lo sviluppo di un progetto promosso da una casa produttrice di hardware.

Midia 2008: Intrattenimento digitale oltre gli spazi

Media 2008

Oggi ci permettiamo una rapida occhiata al futuro per segnare in agenda un interessante evento, che avrà luogo il prossimo autunno. Certo, siamo un po’ in anticipo, ma siamo in buona compagnia se pensiamo alle collezioni moda che anticipano di parecchio l’uscita dei modelli…
Come leggiamo nel sito stesso dell’evento:

“Fervono i preparativi per Midia 2008, l’appuntamento sull’intrattenimento digitale che si terrà a Roma dal 2 al 5 ottobre.”

Di che si tratta? É presto detto: il titolo Intrattenimento digitale oltre gli spazi significa uno spazio in cui le aziende del settore possono trovare visibilità, anche al di fuori degli spazi espositivi della Fiera, oltre a tutta una serie di eventi, workshop, convegni, presentazioni ed anteprime che mirano a fare di MIdia “il centro della comunicazione e dell’intrattenimento digitale.”. Si tratta cioè di un salone professionale aperto a visitatori ed espositori, volto a rispondere alle necessità del mercato dei new media e dell’intrattenimento, attraverso la creazione e la distribuzione di contenuti digitali per la tv, il cinema, il mobile e il web.

A Midia 20008 si potranno trovare quattro fondamentali settori espositivi:

  1. MediaDigitali: Internet e soluzioni per il web, servizi per mobile, webtv, iptv, tv digitale
  2. Games&Entertainment: Videogames, advertainment, cinema e animazione, visual art & music
  3. CulturalHeritage: Il digitale nei Musei, le mostre impossibili, percorsi tematici in digitale,
    fondazioni, istituti di cultura e archivi storici
  4. Formazione&Ricerca: Ricerca sui linguaggi digitali, Istituti di formazione e università,
    prototipi e case study

Al centro del padiglione espositivo sarà presente un vero e proprio studio televisivo, completo di regia, attrezzature di ripresa, di una redazione giornalistica professionista e durante tutto lo svolgimento della manifestazione verranno trasmessi contributi live in streaming. Cosa potevamo sperare di più dal cuore pulsante dell’intrattenimento digitale?

Nel corso dell’evento una troupe mobile si occuperà di realizzare approfondimenti, interviste e focus sugli espositori, alternando riprese in studio a riprese all’interno degli stand, in modo da poter fornire contenuti sempre aggiornati e reperibili sulla web tv ufficiale dell’evento. Su Comunika.tv (di cui ci siamo occupati qualche giorno fa) sarà possibile seguire lo svolgersi della manifestazione fieristica.

Caratterizzeranno Midia 2008, un nutrito elenco di incontri, workshop, presentazioni, anteprime e convegni dedicati alle tematiche del settore.
In concomitanza con Midia 2008 sempre a Roma avrà luogo anche il Festival Internazionale delle Multivisioni, un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati dell’intrattenimento digitale.

Buona visione a tutti!

Opera 9.5 il browser alternativo

Opera 9.5Abbiamo parlato del lancio in grande stile di Firefox 3, con una mossa mediatica virale di sicuro successo, che ha coinvolto nel migliore dei modi gli appassionati di internet invogliandoli ad entrare nel guinness dei primati. In questi stessi giorni è uscita in sordina la versione 9.5 di Opera, l’ottimo browser alternativo.
Purtroppo Opera, nonostante sia stato sempre all’avanguardia fra i diversi browsers, innovando tantissimo, non è riuscito al momento a conquistare il cuore dei navigatori.
Ecco un caso in cui un browser di qualità, forse a causa di una comunicazione non adeguata non è riuscito a sfondare. Da sempre Internet Explorer nelle diverse versioni l’ha fatta da padrone, grazie al fatto di essere il browser installato di default nel sistema operativo di Windows. Firefox grazie a un’ottima comunicazione e al mare di plugin installabili ha eroso continuamente fette di mercato a IE.
E Opera? Opera ha avuto un grande successo nella sua versione mobile, dove è utilizzatissimo soprattutto nei device con sistema operativo Windows Mobile, ma come browser per i PC è praticamente inesistente, eppure è stato copiato in tantissime funzioni dai due leader di mercato Firefox ed Explorer.
Questo ci dimostra come su internet, come in qualsiasi settore d’altronde, non basti solo innovare ed essere all’avanguardia, ma bisogna soprattutto saper comunicare, individuando i giusti target per colpirli con strumenti adeguati al mezzo.
Per chi volesse provarlo, Opera 9.5 è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale.
Link: Download Opera 9.5

Azione di webmarketing di Vodafone per l’iPhone

iPhone
Con una corretta azione di webmarketing Vodafone sta dimostrando di puntare molto sull’iPhone. Infatti, per la prima volta ha dedicato una sezione del proprio sito a un cellulare: http://iphone.vodafone.it

Ma non si è fermata qui, come dicevo si sta muovendo nel migliore dei modi, avendo impostato diversi domini di terzo livello per essere raggiunta da possibili acquirenti che magari non sanno come si scrive l’iPhone.
Eccone alcuni:
http://ifone.vodafone.it
http://iphon.vodafone.it
http://ifon.vodafone.it
http://iphone.vodafone.it

Ancora, altra mossa intelligente è non aver ancora annunciato i piani degli abbonamenti, ma solo quella del prezzo del cellulare utilizzato con una SIM ricaricabile, questo per sfruttare il form posizionato nella sezione del sito dedicata all’iPhone, con il quale è possibile iscriversi per ricevere le ultime notizie dedicate all’iPhone marchiato Vodafone. Tramite questo form, infatti, si potranno racogliere utilissimi dati sugli utenti, da utilizzare in futuro per eventuali campagne targhetizzate e per avere un contatto diretto con persone potenzialmente interessate al prodotto e ai servizi Vodafone per proporgli offerte vantaggiose e quindi fidelizzarli.

Categories: Marketing, Mobile, News, Web Marketing, Web Mobile|

iPhone 3G in Italia l'11 luglio

iPhone 3G

Ieri Steve Jobs ha tenuto l’ormai consueto keynote alla Worldwide Developers Conference. La notizia attesa e che puntualmente è arrivata era la data in cui l’iPhone sarà commercializzato in Italia e cioè l’11 luglio. Finalmente arriverà la versione 3G dell’iPhone, che uscirà in contemporanea in tutto il mondo.
Normalmente non pubblico notizie che riguardano l’hardware, ma in questo caso faccio un’eccezione, in quanto ritengo che l’avvento dell’iPhone porterà nel nostro paese una ventata d’aria nuova, invogliando gli operatori di telefonia mobile ad abbassare drammaticamente i prezzi della connessione ad internet via dispositivo mobile, magari con qualche tariffa flat.
L’iPhone infatti, con tutto il parco di applicazioni che si porta dietro invoglia decisamente la navigazione su internet, basti pensare che secondo i dati comunicati da Jobs ben il 98% degli acquirenti della vecchia versione del dispositivo lo sta utilizzando per navigare e ben il 94% lo usa regolarmente per consultare la posta elettronica.
Mi direte, ma ora come ora ci sono già dispositivi che permettono di farlo, come il Nokia N95 o l’HTC Touch, verissimo, ma è pur vero che non sono riusciti a trascinare le folle come sa ben fare la Apple. L’iPhone trarrà profitto dal grande successo degli iPod e si diffonderà in massa, con le ovvie conseguenze che gli operatori di telefonia potranno sfruttarne tutte le possibilità di fidelizzazione della propria clientela, grazie a tariffe dedicate e convenienti.
Molti quando si parla di questi dispositivi pensano subito ai ragazzini, ma in realtà l’iPhone a mio avviso diventerà un oggetto di desiderio anche per le aziende, sia come status symbol sia per le applicazioni che possono essere integrate in questa nuova versione del dispositivo della Apple.
Non ci resta che attendere la fatidica data e vedere cosa succederà.
Ah, quasi dimenticavo, l’iPhone 3G in Italia sarà commercializzato da Vodafone e da Tim, mentre 3 resterà a bocca asciutta e già annuncia battaglia, ma questa è un’altra storia.
Link: Keynote Steve Jobs
Keynote Steve Jobs
Nel filmato potrete vedere in anteprima anche lo spot dell’iPhone 3G. Buona visione!!!

Jaguar punta sul Mobile Marketing

Jaguar
Il Mobile Marketing negli USA sta riscuotendo sempre maggiori consensi, risultando sorprendentemente, in questa occasione, molto efficace per colpire un determinato tipo di target di alto livello e non i soliti ragazzini dotati di smarthfones come l’iPhone o il Nokia N95. Ne è la prova l’ottima riuscita che ha avuto la campagna pubblicitaria realizzata dalla Jaguar sfruttando il sito mobile di Yahoo.
Nello specifico il target era composto da uomini di età compresa fra i 35 e i 54 anni, con un reddito annuale superiore ai $150,000. La campagna è stata pianificata per coincidere con la fiera automobilistica di Los Angeles e ha avuto due canali di comunicazione: uno come già detto è stato il sito mobile di Yahoo, l’altro è stata una classica campagna di cartelloni pubblicitari stradali.
Le pubblicità su Yahoo Mobile hanno generato ben 82,000 clicks, indirizzati direttamente sul sito della Jaguar, ma la cosa incredibile è che ben il 96% delle persone che hanno eseguito il click hanno completato il form per contattare il venditore a loro più vicino, per una prova su strada. Inoltre, sono state collezionate tramite il sito della Jaguar ben 1500 e-mails, che ovviamente in futuro potranno essere sfruttate per una campagna di direct mailig; ancora, i visitatori del sito hanno scaricato per ben 11.000 volte il video relativo alla XF sedan, l’automobile oggetto della campagna.
Insomma un vero successo, che dovrebbe far riflettere i nostri operatori di telefonia mobile e che conferma le potenzialità incredibili insite nel mobile marketing.

Mobile web 2.0, nel 2013 porterà ricavi per 22,3 miliardi di dollari

Secondo la società di ricerche Juniper, specializzata in nuovi media e telecomunicazioni, nel 2013 il mobile web porterà ricavi pari a 22,3 miliardi di dollari, contro gli attuali 5,5.
Il volano di questo incremento sarà quello che viene definito come il prosumer, cioè l’utente che non solo usufruisce dei contenuti, ma ne è lo stesso creatore. L’incontro fra i social networks e i telefonini ha, secondo Juniper, una potenzialità incredibile.
Basti pensare, infatti, che il telefonino è uno degli oggetti che portiamo sempre con noi, per di più contiene molti “dati personali”, è quindi più che sensato supporre che si possa integrare al meglio con i social network e le applicazioni collaborative tipiche del Web 2.0.
A mio avviso è piuttosto difficile valutare quale potrà essere il ritorno del mobile web senza sapere a priori le strategie degli operatori di telefonia mobile. Il web sul cellulare è ancora appannaggio per pochi, ma se i prezzi delle connessioni scenderanno e quindi si avrà una diffusione di massa le prospettive non possono che essere rosee.

Categories: Marketing, Mobile, News, Web 2.0, Web Marketing, Web Mobile|

Opera rilascia Opera Mini 4.1

Opera MiniDopo un lungo periodo di test, Opera ha rilasciato l’ultima versione del suo utilizzatissimo browser per cellulari: Opera Mini 4.1.
Se Safari è il browser di default per l’iPhone, Opera Mini a mio avviso è il suo contraltare per tutti gli altri telefonini. Internet Explorer Mobile, infatti, non è all’altezza dei due concorrenti.
Ma vediamo quali sono le migliorie apportate in questa versione di Opera Mini
– maggiore velocità nel caricamento delle pagine web;
– riconoscimento degli url digitati per una navigazione più veloce;
– possibilità di upload e download di files (prima esisteva un problema con la vecchia versione, infatti quando si provava a fare questa operazione si apriva il browser di default installato sul proprio cellulare)
– possibilità di salvare le pagine web visitate per poterle rivedere off line in un secondo momento. Feature a mio avviso utilissima, soprattutto per un browser mobile, dove i costi di navigazione se non si utilizza una connessione WIFI sono ancora piuttosto elevati.

Per chi volesse provarlo: Download Opera Mini

Categories: Browser, Mobile, News, Web|

"TotalWeb tracking service" di Nielsen

Nielsen

Nielsen ha lanciato un nuovo servizio statistico in cui tiene traccia del traffico internet su 200 siti leaders in diversi settori. Nonostante il campione limitato, se consideriamo l’immensa realtà del mondo internet, ne è uscito un dato estremamente interessante: pare, infatti, che i siti che possono essere visionati in maniera piacevole anche su un dispositivo mobile hanno un incredibile aumento del traffico sulle loro pagine, in alcuni casi anche del 13%.
Il dato, poi, è stato ulteriormente sezionato, evidenziando come i maggiori beneficiari delle visite via mobile siano i siti del meteo e quelli dedicati all’intrattenimento; un poco più distaccati troviamo i siti di giochi e di musica. Sorprendentemente indietro i siti per consultare le e-mails.
Ricordo che questi dati spesso tengono in maggiore considerazione la navigazione negli USA, quindi vanno sempre presi con le pinze, ma sono comunque interessanti per una possibile evoluzione futura della situazione nel nostro paese.