MSN

/MSN

Il web targato 2010 in cifre

Come in tutti i settori, la chiusura dell’anno appena trascorso ha portato con sé anche per il web un bilancio delle attività, delle vecchie e nuove tendenze della rete.

A fare il punto della situazione questa volta è pingdom in un articolo pubblicato il 12 gennaio scorso sull’omonimo sito.

Tra i dati più interessanti, apprendiamo che a Dicembre 2010 erano ben 255 i milioni di siti presenti sul web, di cui 21,4 milioni aggiunti nell’ultimo anno. Considerevole anche il numero dei blogs, pari a 152 milioni. Inoltre l’utilizzo della posta elettronica regge bene il confronto con la messaggistica e i social networks, con la ragguardevole cifra di 107 trilioni di e-mail scambiate nel 2010.
Meno rassicurante, però, è forse sapere che l’ 89,1% di queste erano spam…

Per quanto riguarda i domini, rimangono saldamente in testa i “.com” (88,8 milioni a Dicembre 2010) , seguiti dai “.net” (13,2 milioni) e dai “.org” (solo – si fa per dire – 8,6 milioni).
A Giugno 2010 il numero degli utenti della rete ammontava a ben 1,97 miliardi, con un incremento del 14% rispetto all’anno precedente.

Gettando infine un rapido sguardo alla situazione dei social networks, apprendiamo che alla fine del 2010 erano 600 milioni le persone presenti su Facebook e 175 milioni gli utenti di Twitter.

Numeri da brivido, non c’è che dire, che offrono più di un’occasione per riflettere sull’importanza e l’evoluzione della rete.
Per una lettura completa dell’articolo vi rimando al post di Pingdom: Via.

E Microsoft ha fatto Bing…

La notizia non è nuova ma può forse valere la pena di spendere due parole (a qualche mese di distanza dal suo varo) sul nuovo motore di ricerca targato Microsoft, attualmente ancora in beta version.

A beneficio di tutti, riportiamo una parte di quanto scritto dal Team per presentare il nuovo “prodotto” Bing:

“We took a new approach to go beyond search to build what we call a decision engine. With a powerful set of intuitive tools on top of a world class search service, Bing will help you make smarter, faster decisions”

(altro…)

Accordo Microsoft – Seat PagineGialle

Pagine Gialle
Microsoft e PagineGialle hanno stilato un accordo per fornire nuovi servizi agli utenti. Sono stati realizzati dei gadget per Windows Vista con i quali è possibile avere la maschera di ricerca di PagineGialle e PagineBianche sul desktop, senza dover aprire il browser.

Inoltre, per gli utilizzatori di Messenger è stato creato un bot/assistente virtuale dal nome Giallo Parlante che si può aggiungere ai propri contatti e con il quale è possibile dialogare e interagire 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Al Giallo Parlante è possibile chiedere qualunque informazione relativa al database di Pagine Gialle o di Pagine Bianche.
Se volete testarlo basta aggiungere il seguente indirizzo fra i vostri contatti di Messenger: gialloparlante@paginegialle.it.
Infine, gli utenti di Live Search Maps possono visualizzare tra i risultati delle proprie ricerche i contenuti di PagineGialle, localizzandoli sulle mappe delle città italiane, costruendo percorsi e itinerari personalizzati.

Youtube domina negli USA

Secondo i dati raccolti dalla società di statistiche Hitwise, negli USA Youtube è il dominatore incontrastato fra i siti di filmati on line.
Ecco i dati statistici raccolti, con un confronto diretto fra il mese di maggio 2008 e quello 2007:

Statistiche Maggio 2008 siti filmati
E’ davvero impressionante la perdita in picchiata dei diretti concorrenti di Youtube.
Mentre è facile intuire il calo avuto da Google Video, che avendo acquisito Youtube ha concentrato tutte le energie su di esso, Microsoft con MySpace e Yahoo sembrano cadere in un baratro senza possibilità di ritorno.
Sinceramente inizia ad essere preoccupante il dominio praticamente incontrastato di Google, tanto che non viene più visto dagli analisti come il gigante buono, ma si inizia a paragonarlo alla quasi monopolista Microsoft.

Microsoft compra Powerset

PowersetLa guerra fra i motori di ricerca è sempre più serrata.
Microsoft nonostante il suo vasto impero è decisamente indietro in questo settore ed è quindi costretta a cercare nuove strade per rilanciarsi. Questa volta ci prova acquisendo la società Powerset, specializzata nella ricerca semantica, che si traduce nella capacità dei computer di riconoscere il linguaggio umano e quindi rispondere in maniera pertinente alle domande poste da un  potenziale navigatore.
Analizzando la situazione, con il dominio incontrastato di Google e la mancata acquisizione di Yahoo, penso proprio che per Microsoft questa sia l’ultima spiaggia in questo settore.

Microsoft prepara Search Together

Microsoft sta elaborando una nuova applicazione per favorire la ricerca collaborativa. Il suo nome è Search Together ed è un plugin installabile su Internet Explorer 7. Per utilizzarlo è necessario avere un account Windows Live ID ed avere installato anche Live Messenger.
Un esempio di utilizzo, portato dalla stessa Microsoft, è quello di organizzare una vacanza insieme alle persone care, che magari in un determinato momento non si trovano vicino a noi. Ecco allora che ci viene in aiuto questa nuova applicazione, grazie alla quale potremo condividere i risultati ottenuti tramite la nostra ricerca.
Al momento il progetto è in fase di beta test. Potete vederne una preview sul sito dedicato alla ricerca di nuovi applicativi di Microsoft.
Link: Search Together

Qui, invece, potete leggere una breve introduzione in inglese.

In arrivo ad Agosto Internet Explorer 8 Beta 2

É quanto apprendiamo da un comunicato pubblicato lo scorso 3 Giugno sul Blog blogs.msdn.com.

Tony Chor, Group Program Manager, ci spiega le novità, che interessano tanto gli sviluppatori quanto i navigatori:

“In addition to the features for developers we showed in IE8 Beta 1, we’ve been working on great new features for consumers and IT professionals (as well as doing even more cool stuff for developers). I’m happy to announce that we’re on track to deliver IE8 Beta 2 this August when you’ll get a chance to see what we’ve been up to in these areas. Furthermore, in order to help us get even more feedback for this global product, we’ll be releasing Beta 2 in over twenty languages within a month of the initial release. This is a big step up from the three languages we released for beta 1 and much more than we ever did during IE7.”

Segue un ringraziamento ai numerosissimi volontari che hanno scelto di sperimentare la versione Beta 1, come testimonia il ragguardevole numero dei downloads (più di due milioni!!), il cui feedback si è rivelato utilissimo per lo sviluppo ed il miglioramento della beta 2. In particolare tra le novità troviamo il pieno supporto per i CSS 2.1, maggiore velocità di esecuzione degli script e strumenti più potenti a disposizione degli sviluppatori, oltre a nuove caratteristiche come Activities e Web Slices.

Com’era prevedibile, però, si preannuncia qualche potenziale differenza di visualizzazione per i siti testati su IE7: a tal proposito può essere utile segnalare che sarà possibile usufruire di un emulatore di IE7. Che dire di più?

Come concludiamo spesso in questi casi… chi vivrà vedrà…

Categories: Browser, Microsoft, MSN, News, Web, Web 2.0|

Microsoft lancia Live Mesh

Live Mesh
Microsoft è pronta a lanciare il nuovo servizio on line Live Mesh. Accedendo al sito Mesh.com si può vedere una preview tecnica che ci svela le sue features.
Live Mesh nasce in ottica 2.0: è possibile, infatti, sincronizzare tutte le devices per una piena portabilità dei propri files; è incluso un live desktop con ben 5 GB di spazio gratuito che può essere utilizzato come storage e grazie al quale i documenti saranno accessibili da qualsiasi postazione ci connettiamo alla rete; inoltre, sarà possibile dare l’accesso anche a terzi delle cartelle del nostro spazio trasformando Live Mesh in un ottimo servizio per condividere i files con amici e colleghi.
Pare quindi che Microsoft abbia imparato la lezione da Google: vedremo quanto successo riuscirà a riscuotere con questo servizio, che anticipa quello che la stessa Google avrebbe voluto fare da tempo, ma non ha mai concretamente realizzato,  cioè creare un desktop virtuale.

Link: Live Mesh