Complice probabilmente la crescente diffusione ed importanza dei tablets e degli ebook readers che hanno riportato l’attenzione su un sistema di lettura dei contenuti più tradizionale, fatto di pagine da sfogliare tanto per intenderci,  Opera 12 porterà un’interessante innovazione.

Nel web a cui noi tutti siamo abituati, quando la lunghezza di una pagina supera le dimensioni verticali dello schermo interviene lo strumento “scrolling”, che consente di scorrere la pagina dall’alto al basso e viceversa.

La nuova versione di Opera, invece, sostituirà alla barra di scorrimento un sistema di visualizzazione dei contenuti a pagina consentendo il passaggio da una pagina all’altra attraverso l’utilizzo di pulsanti “avanti” e “indietro”, o le “gesture” sui dispositivi touchscreen. Questo sarà possibile grazie al ricorso alla funzione “float” e al tag “overflow”, messi a disposizione dallo standard CSS3.