Secondo analisi statistiche condotte dalla società statunitense eMarketer l’aumento del costo del petrolio sta favorendo l’incremento dell’e-commerce nei paesi europei, soprattutto per i beni di largo consumo. Pare infatti che gli acquisti on line siano in notevole crescita, soprattutto per le grandi catene di distribuzione. Un tempo si acquistavano on line soprattutto libri, musica, biglietti e vestiti, ora si passa sempre di più ai beni di prima necessità, con punte come a Londra dove la metà dei cittadini ha fatto almeno un acquisto su internet di questa tipologia di beni.
La previsione di crescita è quindi elevatissima. Per gli UK, ad esempio, si prevede di passare dagli attuali 14,7 bilioni  a 44,9 bilioni di sterline nel 2012.
E-marketer previsioni e-commerce
Ma il trend di crescita coinvolgerà un po’ tutti i paesi europei.
Come si può vedere dal grafico, la Spagna dovrebbe passare dall’attuale bilione di euro a 4,2 bilioni, mentre la Francia dovrebbe addirittura triplicare passando da 7,0 a 21,4 bilioni.
E-marketer previsioni e-commerce 2012