Blog B&G Comunicazione

Temperamento creativo

Blog B&G Comunicazione/
23 11, 2011

Voglia di comunicare 2.0

Categories: Computer, Comunicazione, Cronache dal web, Curiosità dal web, Web, Web 2.0, Youtube|Tags: , , , |

Fin dai suoi esordi su larga scala, il web aveva mostrato di possedere nel proprio DNA una grande voglia di comunicare.

Già quando lo streaming, il podcasting e le tv via web erano ancora soltanto progetti fantasiosi di un futuro lontano, gli utenti della rete sentivano sempre più il desiderio di esprimersi, di dire la propria su questo o quell’argomento, sovente con un entusiasmo che forse spesso manca ai comunicatori di professione.
All’epoca chi voleva parlare (in senso metaforico) sul web apriva un proprio sito, magari su piattaforme gratuite, oppure partecipava ai forum che proliferavano come i funghi su praticamente qualunque tema immaginabile. Poi c’è stato il Boom dei blog e dei Social Networks.

Quando internet si è fatta “2.0” un vasto orizzonte di nuove opportunità si è aperto a chi da fruitore abituale della rete desiderava diventarne ancora più protagonista, “mettendoci la faccia” o, almeno, la voce.
E non è un caso che oggi esistano una serie di piattaforme gratuite e a pagamento (o con servizi proporzionati all’investimento economico) che consentono di mettere online le proprie idee o capacità.

E non mi riferisco soltanto a Youtube, ma anche a Ustream, Livestream, Justin.tv, LiveVideo e chi più ne ha più ne metta. E per coloro che non amano mostrare il proprio viso? Niente paura, Spreaker consente di effettuare trasmissioni radio e improvvisarsi Speaker. Che dire?

Basta avere qualcosa di buono da dire, creatività e un pizzico di coraggio.

14 11, 2011

Attenti a quell'embed…

Categories: Comunicazione, Cronache dal web, Curiosità dal web, Media, Web 2.0, Youtube|

Non è una novità che il web e i diritti d’autore non vadano particolarmente d’accordo, tant’è vero che di quando in quando torna in auge il problema, originato almeno all’inizio da un vuoto legislativo in materia.

Internet, infatti, si evolve ed espande molto più velocemente di quanto le leggi riescano a rincorrerlo anche perché è difficilissimo – come si suol dire – aver occhi dappertutto.

La condivisione di contenuti (soprattutto multimediali), fortemente incoraggiata dai social networks, ha portato ad un incorporamento (=embedding) “selvaggio” di files e trailers (in particolare video presi in prestito da Youtube e piattaforme similari). Il problema di fondo è che l’utente che incorpora e condivide un file non sempre conosce i diritti che salvaguardano il video o l’audio condiviso. E’ facile infatti considerare un filmato un “tutt’uno”, sebbene legalmente non sia così.
Nell’articolo dal titolo “Oggi è morto l’embed” di Giacomo Dotta pubblicato da Webnews leggiamo:

“L’utente (…) Ora si trova innanzi ad una scissione che in molti considerano innaturale: le immagini dei trailer, in quanto provenienti dalle case produttrici, sono implicitamente regolari; le musiche della colonna sonora utilizzata sono invece regolari soltanto ove vi sia esplicita licenza. L’ANICA ad esempio ha un regolare contratto con la SIAE e può pertanto ospitare i trailer sui propri siti Web senza problema alcuno. Al tempo stesso v’è un accordo tra la SIAE e YouTube, tale per cui buona parte dei contenuti di qualità sono licenziati e regolari. Ma non tutti. Ci sono musiche per cui, semplicemente, nessuno ha rivendicato diritti espliciti partecipando al programma Content ID. Vi sono inoltre musiche che un domani potranno avere una rivendicazione, ma che ad oggi sono liberamente disponibili. YouTube, insomma, non può garantire a priori la bontà complessiva del proprio archivio, ma funge almeno da cappello per la tutela di parte del totale.”

Insomma, la questione è piuttosto intricata e ciò che vale oggi potrebbe non valere domani.
Il rischio palese è quello di mortificare la condivisione in nome della lotta alla pirateria e molte sono le voci contrarie che si alzano nel mare del web.

La questione, comunque, rimane aperta.

11 11, 2011

E' addio per Silverlight?

Categories: Microsoft, Software utili, Web 2.0|Tags: , |

Avevamo già avuto l’impressione che Silverlight non avesse riscosso sul web il successo desiderato ma si rincorrono voci sempre più insistenti che la versione 5 sarà l’ultima rilasciata da Microsoft prima di cessarne lo sviluppo.
Dispiace sempre un po’ quando una tecnologia viene “dismessa” ma in un mondo competitivo come quello attuale, in continua e accelerata evoluzione, realisticamente sussiste il rischio di non riuscire a fare breccia nel mercato e nel cuore degli utenti finali.
Per dovere di cronaca, però, occorre sottolineare che per il momento Microsoft non smentisce e non conferma la notizia.

Per approfondire l’argomento vi rimando ad un articolo di Mary Jo Foley pubblicato l’8 novembre scorso sul sito ZDNet:

Via

14 10, 2011

Il web da sfogliare

Categories: Browser, Comunicazione, Cronache dal web, Curiosità dal web, Mobile, Web|

Complice probabilmente la crescente diffusione ed importanza dei tablets e degli ebook readers che hanno riportato l’attenzione su un sistema di lettura dei contenuti più tradizionale, fatto di pagine da sfogliare tanto per intenderci,  Opera 12 porterà un’interessante innovazione.

Nel web a cui noi tutti siamo abituati, quando la lunghezza di una pagina supera le dimensioni verticali dello schermo interviene lo strumento “scrolling”, che consente di scorrere la pagina dall’alto al basso e viceversa.

La nuova versione di Opera, invece, sostituirà alla barra di scorrimento un sistema di visualizzazione dei contenuti a pagina consentendo il passaggio da una pagina all’altra attraverso l’utilizzo di pulsanti “avanti” e “indietro”, o le “gesture” sui dispositivi touchscreen. Questo sarà possibile grazie al ricorso alla funzione “float” e al tag “overflow”, messi a disposizione dallo standard CSS3.

22 09, 2011

Come sono nati i brand delle case automobilistiche

Categories: Brand, Curiosità dal web|Tags: , |

autoDietro a un grande brand c’è sempre una storia e, soprattutto nel campo delle automobili, spesso ci sono grandi uomini, che con passione e volontà sono riusciti ad affermarsi.
Vediamo come sono nati e da dove traggono spunto i nomi delle più grandi case automobilistiche di tutto il mondo:
(altro…)

20 07, 2011

L'infografica, questa sconosciuta

Categories: Comunicazione, Curiosità dal web, Statistica|

Benché sia capitato a tutti, prima o poi, di imbattersi in una infografica, non tutti forse sanno esattamente di che si tratta.

A questo proposito ci viene in aiuto Wikipedia:

“Information graphicinfographic (infografica in italiano) si occupa principalmente dell’organizzazione e della rappresentazione di dati e informazioni in forma grafica. Un buon artefatto di infodesign dovrebbe privilegiare la funzionalità all’estetica, pur trovando il miglior compromesso tra i due aspetti.”

Apprendiamo inoltre che sono esempi di infografiche: diagrammi di flusso, mappe, mappe concettuali, schemi (a blocchi e non), grafici, istogrammi e molto altro ancora. L’utilizzo di questa forma di rappresentazione è mirato a semplificare lo sviluppo e la comunicazione di forme astratte e non a caso ne fanno uso riviste scientifiche, manuali, giornali e libri didattici.

Per avere un’dea più chiara di cosa stiamo  parlando, può essere interessante visitare il sito  visual.ly, che ne contiene un  nutrito archivio, sia in termini di quantità che di qualità.
Non senza qualche stupore, apprendiamo che l’infografica è tutt’altro che moderna: considerando le mappe e la cartografia come parte integrante di essa, possiamo risalire all’indietro nel tempo fino ad alcuni millenni a.C., a riprova dell’esigenza che l’uomo ha sempre avuto di rappresentare concetti in forma grafica.

Il web, quindi, non è che il mezzo più attuale per diffonderla.

Buona navigazione!

19 07, 2011

Oggi parliamo di…MotionCAPTCHA

Categories: Curiosità dal web, HTML5, News, Software utili, Usabilità, Web 2.0|

Rieccoci a parlare di CAPTCHA, gioia e dolore di programmatori, utenti e bot.
Dopo i numeri distorti e i banner-immagine, ecco il captcha targato HML5 ovvero il MotionCAPTCHA.
Si tratta di un plugin jQuery che, attraverso l’utilizzo dell’elemento canvas, chiede all’utente di disegnare con il mouse all’interno di un apposito riquadro l’immagine raffigurata (che può consistere in una linea o forma geometrica).
Se il disegno somiglia alla figura iniziale, si può procedere con l’invio dei dati del form.

Chi l’ha sperimentato anche su tablet lo considera più pratico dei captcha tradizionali.
Ovviamente la novità ha suscitato entusiasmi e perplessità, inerenti soprattutto la sicurezza ma, come spiega l’autore stesso, si tratta allo stato attuale di un esperimento, ancora in fase di miglioramento.

Per saperne di più sul progetto vi rimando al progetto dell’autore, Joss Crowcroft, su GitHub:  Via
Per vedere la demo, invece: Via

14 07, 2011

Devi scendere dal bus! Te lo dice Google Transit Navigation…

Categories: Google, Mobile|

In Google Maps per Android è stata installata una nuova funzionalità particolarmente interessante per chi è sempre connesso via mobile e viaggia utilizzando i mezzi pubblici: grazie alla navigazione satellitare GPS, nelle città in cui è attivo il servizio, è possibile, infatti, sapere in tempo reale quando, utilizzando un mezzo pubblico, si è vicini alla propria destinazione.

21 06, 2011

Parla, Google ti ascolta

Categories: Curiosità dal web, Google, Google Chrome, Media, Motori di ricerca, News, Youtube|

Niente paura, non si tratta di questioni di privacy o di un caso di “grande fratello” tecnologico, bensì di Voice Search, un innovativo sistema di ricerca nello sterminato archivio di Google.

Basta installare l’ultima versione di Google Chrome, un clic sull’icona del microfono nel campo di ricerca ed un microfono reale con cui comunicare con il computer e il gioco è fatto: pronunciando le parole da cercare, Google riconoscerà i termini e li trasformerà in query.

Il servizio dovrebbe essere attivato a breve, stay tuned!

15 06, 2011

Installazione di un advertising non convenzionale

Categories: Guerrilla marketing, Marketing, Marketing Alternativo, Pubblicità|

regalo honda civicDi solito vi proponiamo video e immagini di advertising non convenzionale, ma non si vede mai come vengono realizzati e installati.
Questa volta ho scovato un video che soddisferà questa piccola curiosità.
Il video mostra l’installazione della pubblicità per la nuova Honda Civic in Canada, dove la macchina appare come uno dei tanti desiderati “regali” delle confezioni di cereali.