Campagne Pubblicitarie

/Tag:Campagne Pubblicitarie

Sarzana FilmDOC Festival

Sarzana FilmDOC Festival
Dal 4 al 9 agosto 2010 si terrà a Sarzana la prima edizione del FilmDOC Festival. Il Festival vuole essere una panoramica sulla produzione nazionale cinematografica con circa 30 film tra lungometraggi, documentari e cortometraggi. Non mancheranno gli incontri con esperti, i momenti musicali, conviviali e culturali.
La nostra agenzia ha avuto il piacere di realizzare: il coordinamento di immagine, l’allestimento dell’Arena Estiva, il materiale editoriale e il sito sito web.

 

Categories: B&G News|Tags: , , |

Paris Hilton e lo spot della birra troppo "hot"

Non fosse vero sembrerebbe una barzelletta: il governo brasiliano ha deciso di bloccare uno spot televisivo di una marca di birra che vede come protagonista Paris Hilton, perchè lo considera troppo sensuale.
Nel paese del Carnevale di Rio, dove se ne vedono di tutti i colori, lo spot della Hilton urta la suscettibilità del pubblico femminile, perchè “mette in cattiva luce le donne, soprattutto le bionde” (parole testuali dell’ente governativo brasiliano per gli affari delle donne).
L’aspetto più assurdo è che in Brasile ci sono un numero infinito di pubblicità di birre che ritraggono donne in bikini, ma quelle, per il governo brasiliano, non sono così sensuali.

Insomma, bomba Hilton o ulteriore mossa commerciale per sfruttare il canale virale del passaparola? A voi l’ardua sentenza.

Caffè gratis da MacDonald

Vi segnalo una nuova applicazione di ambient marketing realizzata questa volta da MacDonald, con l’obiettivo di publicizzare la sua promozione in cui viene offerto gratuitamente il caffè.
All’interno di una pensilina del bus, gestita dal circuito CBS, è stata inserita una macchina per produrre fumo, per dare l’idea di un bel caffè caldo appena preparato. L’aspetto interessante, oltre all’effetto sorpresa, è la comparsa della scritta “Il tuo caffè gratuito è pronto”.
A vedere le reazioni dei passanti sembra essere una pubblicità riuscita, anche se uno dei signori quasi scappa intimorito dal fumo.
Ma si sa, tutte le ciambelle per il caffè non vengono con il buco.

http://www.youtube.com/watch?v=ZmU_WKqoN6Y&feature=player_embedded

La Lego utilizza la realtà aumentata per dare vita ai suoi giocattoli

La realtà aumentata sta cambiando il modo di fare comunicazione anche nel settore dei packaging.
Ad esempio, in alcuni negozi europei la Lego ha avviato un progetto pilota denominato Digital Box dall’enorme potenzialità.
Il meccanismo è molto semplice: mostrando una confezione di un gioco della Lego davanti a uno schermo dotato di telecamera è possibile vederne il contenuto in tre dimensioni e in movimento.

Ecco un filmato che ne mostra il funzionamento:

Non mancano le critiche, infatti, solo gli utenti più smaliziati si accorgeranno del sistema e lo proveranno, mentre esiste il rischio concreto di non colpire il target della comunicazione semplicemente perchè non si è accorto della possibilità di interagire con il packaging.

Idea efficace, quindi, ma da utilizzare con intelligenza, con chiare istruzioni per l’uso.

Qr Codes utilizzati in architettura

Già in passato abbiamo parlato più volte dei Qr Codes e delle loro incredibili potenzialità. Quello che voglio mostarvi in questo articolo però credo che vi lascierà letteralmente a bocca aperta.
L’idea arriva dal Giappone, paese all’avanguardia in queste nuove forme di comunicazione interattiva, e introduce l’uso dei Qr codes in architettura, trasformando un intero grattacielo nei pressi della stazione di Tachikawa a Tokyo in un enorme messaggio interattivo, collegabile anche ai social networks come Twitter:


La Peugeot si rinnova

Grandi novità in casa Peugeot con una nuova identità, un nuovo slogan e un nuovo logo, il tutto condensato in un bellissimo nuovo spot in cui il passato si incrocia con il presente, eccolo:
http://www.youtube.com/watch?v=Vzw-YXzETh8

Guerrilla e viral marketing: una selezione di campagne

Come di consueto vi propongo un’interessante raccolta di campagne di guerrilla marketing:

GUINNESS

Guinness

DHL

DHL

2012

2012

COLGATE

colgate

VOLKSWAGEN GOLF GTI

Golf-DTI

RENTOKIL

Rentokil

KLEENEX

Kleenex

VOLKSWAGEN

Volkswagen

WEIGHTWATCHERS

WeightWatchers

Microsoft lancia una campagna pubblicitaria per convincere gli utenti ad abbandonare IE6

Microsoft sta per lanciare una nuova campagna pubblicitaria il cui obiettivo è convincere gli utenti ad abbandonare l’ormai obsoleto e poco sicuro Internet Explorer 6 (quello che credo essere il browser più odiato dagli sviluppatori web).
L’obiettivo è invogliare gli utenti ad installare Internet Explorer 8, in vista anche di una prossima presentazione di quella che sarà la sua evoluzione, ovvero Internet Explorer 9 di cui già si vocifera.

Anche in questa serie di spot i protagonisti saranno i bambini, seguendo il trend di comunicazione delle ultime campagne di Microsoft, eccone un esempio:

Se invece siete interessati alle nuove funzionalità di Internet Explorer 9, eccone una preview: “An Early Look At IE9 for Developers

Per chi vuole provvedere all’aggiornamento ecco il link da cui scaricare IE8.

3 cose da sapere sulla pubblicità fatta sulla carta stampata

[nggallery id=2]

Gli scopi di una campagna pubblicitaria fatta sulla carta stampata possono essere i più svariati, come ad esempio la costruzione di un’immagine, l’aumento della brand awareness, il convogliare le persone verso un sito, annunciare un’offerta o semplicemente aumentare le vendite.

A tale proposito la società di indagini di mercato MRI Starch Communications ha realizzato uno studio per capire cosa effettivamente fa aumentare le vendite al giorno d’oggi in una campagna pubblicitaria fatta sulla carta stampata.
La domanda posta al campione selezionato era molto semplice: “Dopo aver visto questa pubblicità, hai comprato il prodotto o il servizio reclamizzato?”
Lo studio è stato fatto su 297 riviste tra ottobre 2008 e aprile 2009.
Il risultato della ricerca ha portato in evidenza che ci sono tre fattori fondamentali che portano a un effettivo aumento delle vendite di un prodotto o di un servizio reclamizzato in una campagna di questo tipo:

1) E’ fondamentale il contesto nel quale la pubblicità viene fatta.
Selezionare la rivista su cui fare la pubblicità in base al target da colpire è risultato fondamentale, meglio spendere meno ma farlo in maniera mirata.

2) Il prezzo conta
Nessuna delle pubblicità che ha portato a un effettivo acquisto del prodotto (o del servizio) reclamizzava prodotti molto costosi. Questo perchè gli acquisti importanti comportano una più profonda considerazione anche in termini di tempo, quindi è difficile che una singola pubblicità nel breve periodo possa essere il vettore dell’acquisto.

3) La brand perception è importante
Ai lettori delle riviste è stata chiesta la loro opinione sulle marche pubblicizzate. Il risultato è stato ovviamente che, se il lettore è favorevolmente disposto verso una marca, è molto più portato all’acquisto dei suoi prodotti. Nel risultato dell’indagine praticamente il 90% dei lettori ha affermato di essere favorevolmente disposto verso la marca, con alcuni che l’hanno indicata come la loro marca preferita.
Ulteriore conferma, come se ce ne fosse bisogno, che la costruzione di un brand forte è fondamentale per un’azienda.

All’inizio dell’articolo trovate le pubblicità che sono risultate vincenti nell’indagine fatta da MRI Starch Communications.